Venerdì prossimo 12 febbraio, alle 21, in Bottega Matteotti ci dedichiamo alla Romagna con E mi paes, musica e poesia nell’amicizia tra Francesco Balilla Pratella e Aldo Spallicci. Letture di Nevio Spadoni. Con Elisabetta Agostini, soprano; Laura Rigotti, soprano; Gabriele Mingarini, chitarra. Introduzione di Francesca Serra. Ingresso a offerta libera.

Emipaes

Una serata dedicata alla poesia e alla musica di Romagna grazie all’opera di due suoi “figli” e interpreti: il compositore e musicologo Francesco Balilla Pratella, il medico e poeta Aldo Spallicci. Tra una ninna nanna e una serenata, un ballo e un trebbo, una maggiolata e il rito crudele della fagiolata.
Lo spettacolo è dedicato a Eda Pratella, figlia del compositore, morta l’11 dicembre scorso all’età di 96 anni.

Nevio Spadoni vive a Ravenna dove ha insegnato filosofia nei licei della città. Scrive in dialetto e in lingua. Ha pubblicato con Longo, Campanotto, Edizioni del Girasole, Raffaelli, Il Vicolo, Mobydick, L’arcolaio, LietoColle. È autore di monologhi teatrali messi in scena da Ravenna Teatro e Ravenna Festival, alcuni rappresentati in diversi teatri italiani e stranieri e tradotti in inglese. Ha ottenuto diversi premi, tra i quali: il Lanciano per gli inediti nel 1992; il Tratti Poetry Prize nel 1995 per E’ côr int j oc; il Premio speciale Via Francigena 2012 per Cal parôl fati in ca; il Premio nazionale di poesia e narrativa G. Gozzano 2013 per Cal parôl fati in ca; il Premio speciale Autori Siae Salva la tua lingua locale, Roma 2014. Nel 2015 è risultato finalista al Premio internazionale Alda Merini di Como.

Elisabetta Agostini, dopo aver terminato gli studi in pianoforte, canto e direzione corale a Ravenna e a Bologna, ha affiancato all’attività di cantante quella dell’insegnamento, dedicandosi all’approfondimento dei repertori popolari e infantili, dirigendo diverse formazioni corali molto attive in ambito teatrale. Canta nel Quartetto Vocale Myricae e nell’Ensemble Bless the Lord, eseguendo repertori che spaziano dal classico al gospel. Ha cantato sia come solista sia in formazioni cameristiche in svariate rassegne musicali e teatri. Dirige il coro di voci bianche dell’Associazione corale Ludus vocalis di Ravenna.

Laura Rigotti inizia a cantare nel coro di voci bianche Mikrokosmos a cinque anni per poi proseguire nel coro Ludus Vocalis, entrambi diretti da Elisabetta Agostini. Canta nel coro Les choristes, diretto da Franca Bettoli. Ha cantato nel coro di voci bianche del Teatro Alighieri di Ravenna per l’allestimento dell’opera Le streghe di Venezia di Philip Glass e di Otello (Trilogia d’autunno Aspettando Verdi). Nel 2012 ha interpretato, sempre nel Teatro Alighieri di Ravenna, il personaggio di Giulietta nell’operina di Britten Il piccolo spazzacamino. Dirige il coro del Liceo scientifico Oriani di Ravenna dal gennaio 2013. Frequenta il triennio accademico di clarinetto presso l’Istituto superiore di studi musicali Verdi di Ravenna.

Gabriele Mingarini, chitarrista raffinato e sensibile, ama spaziare tra repertori e generi musicali molto diversi fra loro. Ha fondato il gruppo The soul machine, con il quale esegue le calde note del soul e del rhythm and blues, ed è il chitarrista dell’Ensemble Bless the Lord, interprete del repertorio spiritual e gospel, con incursioni nella musica leggera moderna che in qualche maniera attinga da questo repertorio. Si è esibito in importanti rassegne e teatri: I Suoni dell’Appenino, Borgo sonoro, Settembre dantesco, Teatro Rasi, Teatro Socjale di Piangipane.

L’appuntamento è in Bottega Matteotti (Bagnacavallo, via Matteotti 26), organizzato da Associazione culturale Controsenso, in collaborazione con Bottega Matteotti, con il patrocinio del Comune di Bagnacavallo. Direzione artistica di Michele Antonellini. La rassegna di gennaio e febbraio è realizzata con il determinante contributo economico di: Bottega Matteotti; Farmacia Catozzi; ComputerLab; Credito cooperativo ravennate e imoleseNatura Nuova.

Annunci