La mostra in vetrina del mese di febbraio s’intitola Acquario immaginato ed è una personale di Kina Bogdanova.

Bogdanova

L’acquario di Kina costituisce un particolare percorso immaginario attraverso la raffigurazione dei pesci che dialogano con i volti umani. Uno dei soggetti più conosciuti nelle precedenti opere pittoriche dell’artista, il viso con i suoi occhi chiusi, svela l’intreccio degli sguardi sognati. I volti sono presenti come segno inconfondibile e hanno il ruolo di descrivere sentimenti profondi portandoci in un mondo unico, come può essere quello dell’acquario. L’atmosfera surreale nell’acquario degli sguardi sognati va osservata nel silenzio degli occhi chiusi, dove immaginare è una realtà.

Kina

Kina Bogdanova, nata a Varna (Bulgaria) nel 1974, si diploma presso la Scuola di arti applicate di Sofia, indirizzo tessile, e successivamente si laurea in Pedagogia dell’arte figurativa, specializzandosi nella pittura presso l’Università Kliment Ohridski di Sofia (Bulgaria). Dal 2000 al 2003 insegna pittura in diversi istituti superiori a Sofia. Nel 2010 si laurea in Mosaico presso l’Accademia di belle arti di Ravenna. Attualmente continua la sua attività artistica come pittrice e mosaicista. Altre informazioni sono nel sito.

La mostra è nella vetrina di Bottega Matteotti (Bagnacavallo, via Matteotti 26) dal 2 al 28 febbraio.

Acquario immaginato fa parte di Bottega Matteotti: Arte in vetrina, spazio espositivo permanente curato da Andrea Tampieri, artista e insegnante di discipline artistiche di Bagnacavallo. Le mostre sono organizzate da Associazione culturale Controsenso in collaborazione con Bottega Matteotti, con il patrocinio del Comune di Bagnacavallo.

Annunci