Il libro del mese di aprile è Piccola enciclopedia delle ossessioni, una raccolta di racconti di Francesco Recami (Sellerio 2015; pp. 292; euro 14,00 anziché 16,00).

Piccolenciclopediadelleossessioni

Il libro:
Un campionario di vizi e maniere, fisime e nevrosi, che racconta con caustica energia l’anima piccola piccola dell’Italia di oggi.
Recami sviluppa una satira comica e feroce dei vezzi e dei vizi, dello snobismo e del pressappochismo di quell’affollato condominio a forma di stivale in cui farsa e tragedia si alternano senza interruzione. E su tutto domina un sentimento universale, che accomuna i personaggi di ogni ordine e grado: l’ansia, la preoccupazione, la nevrosi pungente, l’agitazione tremebonda, l’insicurezza mascherata da precisione maniacale, la persuasione delirante di essere nel giusto, insomma quell’atmosfera emotiva in cui ognuno di noi è quotidianamente immerso.

L’autore:
Francesco Recami nasce a Firenze nel 1956. La sua carriera di scrittore inizia con la redazione di testi divulgativi e di guide di montagna. Ben presto però si imbatte nella letteratura per ragazzi. Nel 2006 esordisce nella letteratura per adulti con L’errore di Platini (Sellerio). Con la stessa casa editrice pubblica anche Il correttore di bozze (2007), Il superstizioso (2008, finalista al Premio Campiello 2009), Il ragazzo che leggeva Maigret (2009), Prenditi cura di me (2010, Premio Castiglioncello e Premio Capalbio), La casa di ringhiera (2011), Gli scheletri nell’armadio (2012), Il segreto di Angela (2013), Il caso Kakoiannis-Sforza (2014).

Le prime righe:
«I signori De Marinis avevano scelto Follonica come loro destinazione balneare per un motivo semplice: lì vicino, in località Il Puntone, c’era un porticciolo turistico assai funzionale, recentemente ampliato, con costi competitivi, soprattutto per il piccolo cabotaggio. Così da qualche anno a questa parte affittavano sempre la stessa casa, una villetta a due piani con giardino che costava un sacco di soldi ma che era molto comoda, vicino al mare, a un chilometro dal Puntone. Volendo al porticciolo ci si sarebbe potuti andare benissimo a piedi, ma nessuno della famiglia lo faceva.
Alessandro De Marinis quando era in vacanza si alzava assai prima di quanto non facesse durante la stagione lavorativa, e la sua vita era se si può dire più intensa del normale.
Questo a causa del gommone. Infatti egli possedeva un enorme gommone LOMAC con due motori da 250 cavalli l’uno, una imbarcazione lunga circa dieci metri, del peso di oltre due tonnellate e mezzo – ma come fa un gommone a pesare così tanto? – in grado di raggiungere i 50 nodi, capace di 14 persone e oltre, in altri contesti uno scafista gliela avrebbe invidiata. Ma il gommone bianco del De Marinis era un oggetto di lusso, gli era costato 90.000 euro (come nuovo) ed aveva anche il frigorifero da 55 litri».

Per avere il libro con lo sconto proposto, è necessario prenotarlo. Lo puoi fare venendo di persona in Bottega, telefonando al numero 0545 60784 o semplicemente scrivendo una mail a info@bottegamatteotti.it; sarai poi avvisato all’arrivo della tua copia. L’offerta è valida fino al 30 aprile 2015.

Annunci