Due appuntamenti ci aspettano domenica prossima 21 dicembre in Bottega. In tarda mattinata, alle 11, un concerto aperitivo: Ocarina ma non solo. Si esibiranno Fabio Galliani alle ocarine e Elio Pugliese (chitarra, fisarmonica, voce). Dalla musica etnica al jazz, dalle canzonette italiane degli anni ’40-’50 al klezmer, un viaggio sonoro alla scoperta dell’ocarina; e, al termine, un brindisi.

Galliani

Pugliese

Nato a Budrio (Bologna) nel 1967, Fabio Galliani è stato tra i primi allievi di Paolo Scazzieri, depositario di una tradizione che derivava dall’insegnamento del Maestro Alfredo Barattoni (1882-1948), alla Scuola di ocarina di Budrio. Membro del Gruppo Ocarinistico Budriese (G.O.B.) dal 1979, ha partecipato a centinaia di concerti, in Italia ed all’estero, e a tutte le incisioni discografiche. Dal 2003 è direttore del Museo dell’Ocarina di Budrio, del quale nel 2004 ha curato il riallestimento. Nel 2008, 2009 e 2010 ha effettuato tournée in Giappone e Corea, durante le quali ha tenuto concerti, masterclasses e conferenze sulla storia dell’ocarina.
Elio Pugliese ha cominciato molto giovane gli studi di pianoforte classico e in seguito ha frequentato i corsi di pianoforte e armonia jazz presso la Scuola civica di jazz di Milano. Si è infine perfezionato in piano jazz e musica d’insieme sotto la guida del maestro F. D’Andrea e del direttore-arrangiatore Tony Mims presso il Centro Professione Musica di Milano. Ha lavorato come pianista e cantante in numerose occasioni e formazioni dal quartetto jazz alla band rock-pop. A partire dagli anni Novanta ha perfezionato la sua tecnica vocale collaborando come solista e corista, oltre che come arrangiatore e pianista, con gli ensemble Sarah Sheppard Spirituals, Attosecondo e Arcanto (musiche e progetti di Giovanna Marini) con i quali ha partecipato ad importanti rassegne e si è esibito in prestigiosi teatri italiani (Arena del Sole, Bologna, 2005; Teatro Nuovo, Udine, 2005; Teatro Argentina, Roma 2006). Dal 2001 si occupa anche di musica di tradizione popolare, italiana e balcanica in particolare. Nel 2006 si è laureato al DAMS con una tesi sulla musica popolare rumena.

Secondo appuntamento il pomeriggio, alle 17Liberi tutti!, letture e musica in occasione del settantesimo anniversario della Liberazione di Bagnacavallo, con i lettori volontari di Controsenso e la partecipazione di Gianluigi Tartaull (voce, chitarra). In collaborazione con il Gruppo di lettura della biblioteca comunale Taroni e Anpi Bagnacavallo. Un tardo pomeriggio con i lettori e le lettrici che hanno deciso di proporre brevi estratti sul tema della Liberazione e un musicista che ci offre la sua interpretazione dei canti di quel periodo storico.

Liberazione-1944-bc

Gli appuntamenti sono in Bottega Matteotti (Bagnacavallo, via Matteotti 26), ingresso a offerta libera, e fanno parte di Bottega Matteotti dicembre 2014, una rassegna ideata e organizzata da Associazione culturale Controsenso, in collaborazione con Bottega Matteotti, con il patrocinio del Comune di Bagnacavallo. Direzione artistica di Michele Antonellini.

La rassegna è realizzata
con il determinante contributo economico di:
Bottega Matteotti
Natura Nuova
Farmacia Catozzi
ComputerLab
Az. agricola Testa Lara

Grazie anche a
Irene Minardi
Bagnacavallo Energia soc. coop. agricola
per il contributo

Ricordati anche dell’appuntamento di questo venerdì 19 dicembre, ore 21: Schultze vuole suonare il blues, un cinema scelto e proiettato da Mario Maginot Mazzotti e una degustazione di panettone Altromercato alla fine del film. Qua tutte le informazioni.

Annunci