Sabato 22 novembre, alle 21, in Bottega c’è Giuseppe Bellosi per tenere una conferenza/lettura dal titolo Ciàcar. Raffaello Baldini fra poesia e teatro.

Bellosi

Raffaello Baldini è uno dei maggiori poeti d’Italia, anzi il più grande che sia apparso negli ultimi decenni, un poeta che ha saputo rendere universale la marginalità del dialetto romagnolo. Nelle sue raccolte di versi e nei suoi lavori teatrali Baldini mette in scena una serie di personaggi, per lo più nevrotici, che amano raccontare e raccontarsi. Attraverso i loro monologhi Baldini affronta tutte le domande sul mondo, sulla vita, sul dolore, sulla bellezza, sull’amore, sulla morte. La sua è una poesia esistenziale, filosofica, ma al tempo stesso dotata del calore della vita reale, narrata attraverso la lingua di tutti i giorni, nella quale il dialetto si alterna all’italiano. Quella di Baldini è una poesia – come amava dire lo stesso autore – in cui “si ride, ma con dolore”, una poesia umoristica in superficie, ma amara nel profondo.

Al termine “tarallucci” e vino Sangiovese dell’azienda Campanacci di San Mamante di Faenza.

Giuseppe Bellosi ha iniziato giovanissimo a fare ricerche sul folclore, la letteratura e i dialetti romagnoli, raccogliendo materiale bibliografico e numerose interviste sul territorio. All’attività di ricercatore ha affiancato da sempre la composizione di versi in dialetto romagnolo, pubblicati in diverse raccolte. Da alcuni anni ha iniziato a esibirsi in pubblico, da solo o in collaborazione con altri artisti, presentando testi propri o di altri autori romagnoli, classici o contemporanei. Bellosi ha curato per Sugaman l’edizione elettronica della raccolta di Baldini Ad nòta e ha tradotto il suo ultimo monologo teatrale, La Fondazione (Einaudi).

L’appuntamento si tiene in Bottega Matteotti (Bagnacavallo, via Matteotti 26) ed è a ingresso libero… ma è gradita un’offerta (perché, come ebbe a dire Derek Bok, già presidente della Harvard University, «Se pensate che l’istruzione sia costosa, provate con l’ignoranza»). Informazioni: 0545 60784.

L’appuntamento fa parte de L’università in Bottega, una rassegna ideata e organizzata da Associazione culturale Controsenso, in collaborazione con Bottega Matteotti, con il patrocinio del Comune di Bagnacavallo. Direzione artistica di Michele Antonellini. Degustazioni e brindisi ideati daMarisa Fontana. La rassegna è realizzata con il determinante contributo economico di Bottega MatteottiToccasana. Grazie anche a Bagnacavallo Energia soc. coop. agricola per il contributo e a tutti i produttori che generosamente donano la materia prima per i brindisi finali.

Annunci