Il libro di settembre 2013 è un romanzo di Laura Pariani: Il piatto dell’angelo (Giunti 2013); pp. 140; euro 10,20 anziché 12,00.

IlpiattodellangeloIl libro:
Il piatto dell’angelo è il posto a tavola lasciato per chi è lontano e ci si augura che faccia ritorno. Un segno di speranza, uno sguardo al futuro.
In questo romanzo Laura Pariani torna ai suoi temi più cari, al racconto delle partenze, delle separazioni, degli abbandoni che hanno segnato la vita di tante famiglie italiane un secolo fa e che oggi segnano nello stesso modo chi compie il medesimo viaggio a ritroso e si ritrova dalla parte opposta dell’oceano costretto da ragioni di sopravvivenza. Ieri erano soprattutto gli uomini che migravano nella “Merica” alla ricerca di fortuna e lasciavano moglie e figli ad aspettare, oggi sono le donne del Sudamerica (e non solo) ad arrivare in Europa e in Italia lasciando a casa mariti, figli e genitori.
Sulle tracce della storia di una delle tante donne venute in Italia dalla Bolivia, Lita, la narrazione si irradia in tanti rivoli e diventa corale, insegue le speranze e le delusioni di chi arriva, le piccole vittorie, le difficoltà e i sogni del nuovo approdo. E nell’oscillazione tra presente e passato, nel ricucire una trama che ricompone il dritto e il rovescio della tela, si affaccia anche la storia personale di chi come l’autrice conosce da vicino il significato di queste partenze. Un nonno che si rifugiò in Argentina lasciando una moglie e una figlia ad attenderlo e da laggiù non fece ritorno, trovando una nuova famiglia, altri orizzonti, un’altra vita. Una figlia che dopo tanti anni decide di andare a cercare quel padre, portandosi dietro la propria figlia bambina. Una trama di tutto e di niente, tante vite affacciate sulla speranza di vite migliori, di tempi migliori, con le radici che sempre resistono dentro la terra del nostro passato che ci chiama vicino, da lontano.

L’autrice:
Laura Pariani vive a Orta, è autrice di molti libri tra i quali ricordiamo: La signora dei porci (1999), Quando Dio ballava il tango (2002), Dio non ama i bambini (2007), Milano è una selva oscura (2010), La valle delle donne lupo (2011).
Ha vinto alcuni dei più prestigiosi premi letterari, tra cui più volte il Premio Selezione Campiello.
Disegna, e scrive per il teatro: alcuni dei suoi testi teatrali (Suor Transito, 2006; La voladora, 2007; Senza mai levar la schiena, 2008) sono rappresentati anche all’estero. È tradotta nei principali paesi stranieri.

Materiali sul libro:
Da qua è possibile scaricare il primo capitolo e leggere alcune recensioni importanti.

Perché leggerlo:
perché è un romanzo che avvince, dalla scrittura densa; perché ci ricorda di quando noi italiani eravamo migranti, e la consapevolezza del passato aiuta a vivere il presente e ad affrontare il futuro; perché… Laura Pariani è stata così gentile da essere ospite di Bottega Matteotti, per presentare il suo libro precedente, e i presenti ricorderanno senz’altro il bel pomeriggio insieme a lei e a Silvia Golfera (vedere per credere, qua).

Per avere il libro con lo sconto proposto, è necessario prenotarlo. Lo puoi fare venendo di persona in Bottega, telefonando al numero 0545 60784 o semplicemente scrivendo una mail a info@bottegamatteotti.it; sarai poi avvisato all’arrivo della tua copia. L’offerta è valida fino al 30 settembre 2013.

Annunci