Come si fa a non aprire una rassegna dedicata al viaggio con un viaggio nell’anima (e nella Romagna)?. Infatti, Qua & Là inizia proprio così. Con una serata dedicata a E’ viaz dl’anma del poeta lughese Paolo Gagliardi (editore Tempo al Libro, 2011). Succede, in Bottega, giovedì prossimo 2 maggio, alle 21. E poi, visto che non ci facciamo mancare proprio niente, abbiamo pure due ospiti piuttosto conosciuti dalle nostre parti: Gianfranco Ferri e la sua fisarmonica.

Viaz

Vuoi qualche informazione in più? Ecco i pareri di tre illustri critici sulla poesia di Gagliardi:
Giovanni Nadiani: «I risultati raggiunti con questa opera prima l’inserisce a tutti gli effetti e con pieno diritto nella grande stagione della poesia romagnola».
Gianni Fucci: «Le sue liriche mi sono piaciute molto. Qualcuna l’avrei, forse, potuta scrivere io stesso, tanto le sento consonanti con il mio modo di fare poesia» (Gianni Fucci ha fatto parte del gruppo di intellettuali santarcangiolesi “E circal de giudezi”, con Rina Macrelli, Tonino Guerra, Nino Pedretti, Raffaello Baldini e altri).
Nevio Spadoni: «Vi ho trovato una poesia fresca, dai toni per certi versi adolescenziali, per quella ricerca incessante di senso. Poesia scarna, con un linguaggio asciutto, a tratti molto incisiva. Uno sgomento pervade le sue liriche, per l’inarrestabile trascorrere del tempo e la caducità inevitabile di tutte le cose».

Paolo Gagliardi è nato a Forlì nel 1956, in “trasferta”, ma dall’età di quattro anni vive stabilmente a Lugo. Si è avvicinato alla poesia in età adolescenziale e da qualche anno ha ripreso a scrivere con regolarità dapprima in italiano, poi nella lingua madre, quella romagnola (anzi, per l’esattezza, quella lughese). Alterna l’interesse per la scrittura a quello per la fotografia. Suoi testi sono apparsi su Internet e sulla carta stampata (sia locale sia nazionale). Ha vinto l’edizione 2009 del Concorso Nazionale di Poesia “Sinfonia Dialettale”. È membro dell’Associazione “Istituto Friedrich Schürr” (per la salvaguardia e la valorizzazione del patrimonio dialettale romagnolo) e dell’Associazione Culturale “Il Faro” di Roma (per la rivalutazione dei dialetti d’Italia). Alcune sue poesie si trovano all’interno del sito della Schürr, dove è stato inserito tra i poeti de “La Ludla”.

Non ti resta che partecipare, a questo punto: l’ingresso è libero e gratuito.

Qua & Là è un’iniziativa ideata e organizzata da Associazione culturale Controsenso, in collaborazione con Bottega Matteotti, con il patrocinio del Comune di Bagnacavallo e il contributo di Az. agricola Testa Lara, ComputerLab, Farmacia Catozzi, Natura Nuova. Qua c’è già il pieghevole con tutti i dettagli.

Annunci