I primi due appuntamenti della rassegna La Botteghina, questo sabato e questa domenica 6 e 7 aprile.

Sabato, alle 17, in Bottega Matteotti, si terrà Quadri di primavera, laboratorio creativo condotto da Elisabetta Randi. Da 6 a 12 anni. Quota di partecipazione € 8 materiali inclusi. Iscrizione, obbligatoria, in Bottega Matteotti, tel. 0545 60784. Massimo 8 iscritti (e minimo 5, con preghiera di iscriversi entro questo venerdì 5 aprile).

Primavera

Suoni nell’aria sento vibrare. / Di verde e di viola / un merlo cantare. Tolti i vestiti invernali, se ne indossano dei nuovi: è arrivata la primavera! Tutto intorno a noi cambia aspetto: cambiano i colori, cambiano i suoni, cambiano i profumi. Rondini, uccellini, farfalle, prati e alberi in fiore: tanti quadri di primavera, che orneranno le pareti di casa.

Elisabetta Randi, nata a Bagnacavallo, si diploma presso il liceo artistico di Ravenna, frequentando poi il corso di pittura all’Accademia di Belle Arti e specializzandosi in grafica e illustrazione. Alla passione per la pittura e l’illustrazione, si unisce l’interesse per i bambini: insegna arte nella scuola Arti e Mestieri, conduce e anima laboratori grafico-espressivi nelle piazze del Ludobus, nelle scuole dell’infanzia e nelle scuole elementari.

————————————————–

Domenica 7 aprile, alle 17.30, sempre in Bottega, Ritorna il Fulèsta!. Con Sergio Diotti. Da 6 a 99 anni. Ingresso libero.

Diotti

Torna in Bottega, dopo il successo di dicembre scorso. Stiamo parlando del Fulèsta, quello del Mazapègul e di Zizarcì. Il contafavole, proprio lui. E torna con tante storie tutte nuove. Accorrete, gente, e non ve ne pentirete.

Burattinaio e narratore, Sergio Diotti, il Fulèsta, prosegue nel suo lavoro di recupero del patrimonio di storie popolari dell’Emilia-Romagna, ma anche all’incontro con culture, narrazioni, repertori “altri”. In questi ultimi anni infatti ha presentato con successo gli spettacoli del “Ciclo del Fulèsta” in molte programmazioni italiane e all’estero (Francia, Belgio, Spagna, Svizzera, Canada, Brasile, Argentina…). «Racconto storie, immagini e personaggi della mia regione, proponendole al mondo. Ripesco storie e modi di raccontare da una tradizione quasi scomparsa, direi impalpabile, senza neanche l’appoggio di un “maestro” o predecessore cui fare riferimento; ma vivo questa tradizione come un qualcosa di concreto e importante anche oggi, nel suo farsi e disfarsi, rinnovarsi, autoalimentarsi… la narrazione è oggi, dal punto di vista teatrale, ma non solo, un esercizio indispensabile di ascolto e comprensione dell’altro che è in noi e fuori di noi».

————————————————–

Bottega Matteotti è a Bagnacavallo, via Matteotti 26. La Botteghina è un’iniziativa di Associazione culturale Controsenso e Bottega Matteotti, in collaborazione con Mirabilia-officina della fantasia, con il patrocinio del Comune di Bagnacavallo e il contributo di Credito Cooperativo ravennate e imolese. Direzione artistica di Michele Antonellini. Informazioni 0545 60784.

Annunci