Giovedì 7 febbraio, ore 21, in Bottega, c’è una serata dedicata a Giorgio Gaber (1939-2003), a dieci anni dalla morte: Breve storia del signor G, narrazioni-ascolti-proiezioni a cura di Michele Antonellini.

Gaber-2013-immagine

Cantante, intrattenitore televisivo, cabarettista, poi, finalmente, cantattore e, insieme a Sandro Luporini, lucido intellettuale, Giorgio Gaber è stato interprete di vizi e virtù, illusioni e disillusioni, slanci poetici e politici, cantore del dubbio, nemico del perbenismo, paladino della coerenza.
Condiviso come un amico fraterno, contestato come un perturbatore delle convenzioni sociali, Gaber ci ha lasciato preziosi spunti di riflessione che, grazie a una straordinaria lungimiranza, ci possono aiutare a vivere il presente.
A narrare le gesta gaberiane, con l’aiuto di ascolti e proiezioni, sarà Michele Antonellini, operatore culturale, editore e titolare di Bottega Matteotti, autore di diversi contributi sulla canzone d’arte italiana pubblicati con Bastogi e Rizzoli.

La serata, a ingresso libero, è ideata e organizzata da Associazione culturale Controsenso, in collaborazione con Bottega Matteotti e Associazione musicale Doremi. Info 0545 60784.

Annunci