Parte questo sabato 11 febbraio, alle 17.30, con qualsiasi tempo, la rassegna AutorinBottega 2012, con la bagnacavallese Chiara Plazzi e il suo originale approccio all’opera lirica (appuntamento consigliato non soltanto ai fan del melodramma, ma anche – e soprattutto – agli altri).

I dettagli:

Chiara Plazzi presenta Nemico della patria! Migranti e stranieri nel melodramma italiano da Rossini a Turandot (Bonanno 2007). Interventi e proiezioni a cura di Michele Antonellini.

«Nemico della patria!», «Ha nelle vene aborrito sangue!», «Su, straniero, ti sbianca la paura!», «Ciel più puro e déi migliori / t’offro in Roma ov’io mi reco», «La nemica del regno già muor!», «Quel selvaggio dalle gonfie labbra»… Sono queste solo alcune delle
espressioni che troviamo usate nel melodramma italiano, dal periodo del suo massimo splendore popolare e “artigianale” di inizio Ottocento, fino al crepuscolo di inizio Novecento. Il pregiudizio verso lo straniero esiste da sempre e nella tv di allora, quale era l’opera, veniva trasmesso né più né meno di come viene trasmesso oggi dalla tv del Duemila. Una panoramica di poco più di un secolo di opera, per un tema di scottante attualità, ieri come oggi.

Chiara Plazzi, romagnola, melomane, mamma. Ha coltivato e coltiva diversi interessi, alcuni per professione, altri per passione. Ultimamente si è occupata di tematiche sociali legate all’immigrazione e ha unito questo argomento alla sua grande passione musicale.

Ingresso libero. La rassegna prosegue poi sabato 18, sempre alle 17.30, con Cristina Croatti e il suo libro di poesie Mân ‘d butí.

Annunci